XXXVII Regata delle Befane – Cronaca

 Regata delle Befane 2015

 … Timbro Gianni Colombo mette in fila le maranteghe per terza volta consecutiva…

La passione dei ‘veci’ di Bucintoro, la coreografia musicale de Il Collettino e una splendida giornata di sole,  la formula vincente della trentasettesima Regata delle Befane.

Migliaia di persone, nel magico anfiteatro di Rialto, hanno fatto corona alla sfida che tiene viva e porta nel futuro la leggenda di Nino Bianchetto e Enzo Rinaldo.

Calorosa come sempre la tradizione popolare dell’evento con la grande calza di Rubelli accompagnata a Rialto dalle barche sociali e delle remiere amiche, con i dolcetti, la cioccolata e il vin brulè delle Pink Lioness in Venice in riva a far felici grandi e bambini, ma anche nuove emozioni a rendere sempre più avvincente lo spettacolo che richiama ormai l’attenzione dei media nazionali e non.

La new entry fra le maranteghe, il campionissimo della motonautica mondiale Giampaolo Montavoci, e il calore della musica   ironica e graffiante dei ‘ragazzi’ de Il Collettino hanno suscitato entusiasmo incontenibile dalle rive e tenuto altissima la ‘temperatura’ della mattinata in Canal Grande.

Ma clamorose sorprese anche dalla regata.

Dopo una partenza “all’adrenalina”  perfettamente pilotata da Bepi e Palmiro Fongher , con i due favoriti Timbro e Specenè subito all’attacco, imprevedibile colpo di scena con un momento di difficoltà proprio di Specenè che si fa risucchiare nell’ordine da Spin  e dal Principe.

Timbro allunga sotto riva, ma nella sua scia Spin e il Principe non mollano e  danno vita a una appassionante testa a testa che vede il Principe guadagnare acqua ad ogni colpo di remo fino a mettere  la prua davanti a Spin. Dietro, ma vicini ai primi, lo sfortunato Specenè riesce a tenere a bada la matricola Manetta che, pur alla prima esperienza, non ci sta a farsi staccare.

Un’ovazione da stadio dalle rive accompagna gli ultimi metri delle maranteghe.

Timbro riesce a controllare la regata e conquista il terzo successo consecutivo, mettendo però in gioco tutta la sua classe e la sua esperienza per tenere in scia uno scatenato Principe che si aggiudica, a sorpresa ma meritatamente, una prestigiosa  seconda piazza.

Un indomito Spin regola al terzo posto Specenè e Manetta nell’ordine, ma tutti ravvicinati in un fazzoletto d’acqua, a dimostrare il valore di tutti.

Dalle mani della presidentissima di RSC Bucintoro, Lucia  Diglio, le tradizionali bandiere di Elena Bianchetto a ricordo del suo papà Nino:

Rossa : Timbro      Gianni Colombo

Bianca : Principe     Roberto Palmarin

Verde :Spin           Alessandro Pezzile

Blu : Specenè     Giovanni Rossi

Ma alla Regata delle Befane c’è anche la bandiera nera  se la “porta a casa” un orgogliosissimo

Manetta      Giampaolo Montavoci

Sul pontiletto di arrivo il microfono di Silvano Seronelli e l’originale di Arcimboldo a Km zero, il quadro di Piergiorgio Baroldi, che ha ispirato la copertina di BUCINTORO&XPO 2015 VENEZIA SPORT&CULTURE, il magazine di RSC Bucintoro presentato nell’occasione.

Visualizza la galleria fotografica 

Dicono di noi

http://video.ilgazzettino.it/index.jsp?videoId=50891&sectionId=65&t=la-regata-dee-befane-a-venezia

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2015/01/06/news/timbro-vince-la-regata-dee-befane-1.10616487#gallery-slider=1-10616548

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2015/01/06/venezia-in-canal-grande-regata-befane_2732dc90-19aa-4830-a760-73c98072ff30.html

http://www.veneziatoday.it/cronaca/regata-befane-2015-venezia.html

https://www.youtube.com/watch?v=A1eP67k8c5w

https://www.youtube.com/watch?v=HD2p9F41jHA