La Regata dei Matti 2017

I regatanti matti hanno sfidato cieli grigi, vento, pioggia, traffico e onde alte per il piacere di darsi battaglia lungo un percorso sopra la secca fra i loro due manicomi preferiti, San Servolo e San Clemente.
Ogni equipaggio era tirato a sorte e composto da un Caronte (vogatore che riesce ad attraversare il Canal della Giudecca) e un’Anima Persa (vogatore che ancora per un po’ necessita l’aiuto dei primi).

La Regata La Classifica
La Regata La Classifica

La Regata dei Matti: il film
Riprese di Caterina Balletti

 

 

 
Resoconto della regata
Alla partenza qualche confusione per due mascarete partite nel senso opposto, ma ben presto messe sulla rotta giusta. Il rosa invece di Sandro Inchiostro e Marco Zentilomo non si è posto il problema della direzione ed ha subito preso la testa, tallonato da vicino dal Ventavolo di Ivan Montisci e Flavio Lodi. Battaglia serrata dalla partenza fra il canarin di Giovanni Casellati e Roberto Palmarin ed il celeste di Bianca Menegatti e Gianni Colombo, e fra il maron di Marco Menegatti e Marco Dolcetti, inseguito dal viola di Eleonora Binetti e Marco Arisi Rota, e addirittura speronato dal verde di Orio Caviglia e Paula Landart. Il campo era libero poi per l’arancio di Daniele Vianello e Chiara Florian che non ha mancato di approfittarne, seguito dal rosso di Giovanni Beltrame e Ruggero Cedolini. Al centro con regolare ritmo sfilavano verso San Clemente la Dosana di Alvise Guerra e Alessandro Vianello, il Refolo di Gabriella Sartori e Riccardo Romanelli, il bianco di Francesco Casellati e Carlo Manfredonia e la Valentina di Giorgio Fullin e Giuseppe Dalmartello.
   Qualche confusione anche al giro del paleto, del quale l’identità non era del tutto chiara ai regatanti, in modo che alcuni equipaggi hanno girato bricole varie in più sensi solo per stare sul sicuro. Finalmente, acquazzone al taglio di traguardo, e tutti sono rientrati fradici e contenti, anche per l’arduo compito dato all’autorevole giudice di gara Francesco De Gregori assistito da Caterina Balletti. Infine, il presidente Stefano Rizzi ha rifocillato tutti con un’eccellente pasta alle cozze e ai gamberi.

Sabato 23 settembre 2017 ore 17.00: presentazione del libro “VenezianoPoli” del nostro socio Massimo Poli

Sabato 23 settembre alla Reale Società Canottieri Bucintoro, alle ore 17.00, presso il Salone Gardini, verrà presentato VenezianoPoli, libro nel quale il socio Massimo Poli ripercorre momenti che tutti noi veneziani anziani abbiamo vissuto: dalle festine alle carbone, dalle arti marziali al ballo, dal Liston a San Bortolo, dal Teatro ai viaggi, dalla Passoni alla Bucintoro, dal moto ondoso ai turisti, dal Liceo all’Università, alle ragazze, alla loro eleganza, simpatia, bravura nel ballo e intelligenza.
Nel libro si possono trovare una ventina di episodi avvenuti alla Bucintoro.
Saranno presenti oltre all’autore, gli editori Andrea e Carlo Mazzanti, Marco Zentilomo, studioso della Serenissima e delle sue vicende e tradizioni e l’attore e regista Roberto Milani che leggerà alcuni episodi del libro avvenuti alla Bucintoro.

Regata Storica 2017

Balotina Pesaro della Bucintoro alla Regata Storica 2017, foto di Catherine HédouinDomenica 3 settembre 2017
Corteo Storico-Sportivo

Balotina Cattolica della Bucintoro alla Regata Storica 2017, foto di Catherine HédouinAlla Regata Storica 2017, al posto della Dodesona rimasta in cantiere per restauro, la Bucintoro è stata rappresentata nel corteo sportivo dalla balotina “Carlo Pesaro” con un equipaggio maschile e dalla balotina “Cattolica” con un equipaggio tutto femminile.
Anche le Pink Lioness, tra i caldi applausi del pubblico, hanno partecipato al corteo nel loro dragon boat addobbato di rosa e celeste.
La Regata Storica in immagini